top of page

La tendenza 2023 che non ti aspettavi!

Se stai cercando dei consigli di moda tipo "quest'anno il color cammello sudato è all'ultimo grido!" o "i vestiti lunghi fin sotto le scarpe ormai sfilano su ogni passerella italiana" sei nel posto sbagliato.



La moda è in declino?


La moda nell’ultimo decennio ha un impatto diverso sulle nostre vite, le persone stanno riscoprendo il valore e l'importanza delle loro scelte. Non si vende un prodotto ma un ideale. L’abbigliamento è messaggero della società, dell’economia e della politica. Sono anni di grandi cambiamenti e movimenti sociali.


Ora siamo arrivati in un nuovo capitolo della moda. La maggior parte delle persone adesso non vuole più seguire “le tendenze” così fedelmente. Abbiamo bisogno di sentirci diversi...


E così ora ci ritroviamo tutti arenati sulla barca dell'unicità.



La falsa "unicità"


Chiariamo subito, adoriamo una persona che vuole esprimere se stessa e indossare qualcosa unicamente basandosi sul suo stile personale.


Però poi basta passare 10 minuti in metro ed è pieno di persone "uniche e originali" che sono vestite uguali: stessa marca, stesso colore, stesso modello.

Ormai vedo solo dunk della nike ai piedi dei ragazzi e cappotti pelosi lilla in giro per le strade.


Allora la moda del "voglio avere il mio stile personale e unico" è semplicemente un'ennesima tendenza che sventola la bandiera dell'unicità. D'altronde se compriamo tutti dagli stessi negozi, non possiamo pretendere che la mia felpa di H&M sia diversa dalla tua.


Pensi di aver trovato un colore unico che nessuno usa o conosce, per poi accorgerti che tutti i negozi ora lo vendono in ogni forma possibile.

Pensiamo di crearci uno stile personale quando in realtà stiamo pescando tutti dallo stesso cesto.


Ammettiamo che quella che viene sdoganata è un’unicità un po’ falsa, in cui seguiamo comunque le scelte della massa e le tendenze, perché i prodotti dallo stile “unico” sono comunque creati in serie.


Non ce ne dobbiamo fare una colpa, è anche difficile uscire dalla zona di comfort, quell’angolino in cui ci vestiamo come vogliamo, ma sempre nei limiti dell’abbigliamento comune, per vivere in pace da persone “normali”.

Ed è anche difficile rendersi conto di questo atteggiamento!



L'unicità che ci emoziona


Però dentro di noi sappiamo riconoscere quella sensazione di esaltazione che l’unicità, il “diverso”, suscita in noi. Sarà perché ci piacciono quei vestiti del nostro personaggio preferito di una serie, quei dettagli e colori di una foto sui social, ma soprattutto vorremmo anche noi poterci esprimere così liberamente.


Se sei come me, ti piace immaginare cosa metteresti se non ci fossero restrizioni di taglia, prezzo, pudore e giudizi non richiesti.


La situazione per